Anonimo asked: Ho letto che il tuo libro preferito è l'insostenibile leggerezza dell'essere, anche io lo adoro... posso chiederti quale è la parte del libro che ti è piaciuta di più?

Tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci guardi. A seconda del tipo di sguardo sotto il quale vogliamo vivere, potremmo essere suddivisi in quattro categorie. La prima categoria desidera lo sguardo di un numero infinito di occhi anonimi: in altri termini, desidera lo sguardo di un pubblico. […]. La seconda categoria è composta da quelli che per vivere hanno bisogno dello sguardo di molti occhi a loro conosciuti […]. C’è poi la terza categoria, la categoria di quelli che hanno bisogno di essere davanti agli occhi della persona amata […]. E c’è infine una quarta categoria, la più rara, quella di coloro che vivono sotto lo sguardo immaginario di persone assenti.”

Anonimo asked: Come stai?

Come il colore che ha il cielo prima del temporale.

Anonimo asked: Ciao, un libro da leggere che consigli? magari di genere paranormal se ne conosci qualcuno?

Non sono proprio un’appassionata di quel genere, non saprei come aiutarti. In generale ti consiglio Misery di Stephen King e L’Ombra del Vento di Carlos Ruiz Zafón.

Anonimo asked: C'è qualcosa che odi particolarmente?

Dimenticare. Non lo faccio mai. Per questo, a volte, ho lo sguardo perso.

Anonimo asked: Il tuo libro quando uscirà?

2015..

Anonimo asked: Invierai il tuo libro per mail a una casa editrice? Chiederai qualche incontro? Sai già se te lo accetteranno..?

Sì, l’idea era quella; ma è ancora un po’ presto per parlare dettagliatamente della pubblicazione. Vi terrò comunque aggiornati.

Anonimo asked: Ma secondo te, quando una persona piange per tanto, poi finiscono le lacrime?

Quando finiscono le lacrime comincia il vero dolore. Muori rimanendo in vita.

Anonimo asked: Ciao, sei davvero bravissima, ci tenevo a dirtelo!

ti ringrazio e ti abbraccio.